Chimica in Versi

Non sapevo altre formule che questa: H20;
e questa dissi: il bruto, senz’altro, mi bocciò.
Poi ch’era ancor più arida nella calura estiva,
io m’ingegnai di rendere la chimica più viva;
onde, tradotta in versi, l’imparai tutta a mente,
e in versi, nell’ottobre, risposi a quel sapiente.

Accadde un gran miracolo: quell’anima maniaca,
che non vedeva nulla più in là dell’ammoniaca,
dell’acido solforico, del piombo e del cianuro,
rise, una volta tanto, e m’approvò: lo giuro!
Mi lusingò quel fatto: volevo far l’artista,
e invece, senz’accorgermi, divenni un alchimista…

da “Chimica in Versi” di Alberto Cavaliere

7 commenti su “Chimica in Versi

  1. uaits scrive:

    che poeta…davvero bella!😮

  2. Ciambello scrive:

    versi stupendi!!!

  3. Anita G. scrive:

    CHE GANZO!

    Alla faccia di tutti coloro che dicono che la scienza sia noiosa, piena di calcoli e senza stimoli…non capiscono proprio niente.

  4. Ciambello scrive:

    Lo trovo meglio di ciò che sto leggendo adesso, per la lezione di italiano di domani…

  5. Anita G. scrive:

    Ciambello :

    Lo trovo meglio di ciò che sto leggendo adesso, per la lezione di italiano di domani…

    …di sicuro più intelligente e più costruttivo

  6. Ciambello scrive:

    almeno c’è un filo di realtà, attualità e sana logica.

  7. maio3e scrive:

    sarebbe meglio non avventurarsi in giudizi affrettati
    confrontare il mare con l’olio nei gelati
    correndo, fra l’altro il rischio, di essere affettati

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...