Scarabocchi e Concentrazione

Ecco un’altra persona che sostiene la mia secolare teoria sugli scarabocchi: aiutano a concentrarsi. Ogni qualvolta che il tuo cervello si sta addormentando o le tue orecchie si rifiutano di continuare ad ascoltare la tua capacità di assimilare/immagazzinare informazione scende. Per richiamare l’attenzione bisognerebbe alzarsi, fare quattro passi, dormire un po’…insomma, distaccare del tutto l’attenzione. Questo ci è però impossibile in classe, visto che in bagno non ci si può andare in gran numero e deambulare per la classe neanche. Anche l’atto di masticare una cicca ci tiene attenti, ma neanche questo si potrebbe fare. Che ci rimane? Gli scarabocchi. E  perché sono utili? Perché non solo ci aiutano ad associare immagini a parole, ma aiutano anche ad esprimere la tensione, la sonnolenza e la disattenzione, portandola così fuori da noi. Si potrebbe pensare che uno che scarabocchia non stia proprio attento…e invece non è così, poiché uno scarabocchio per definizione è una traccia fatta senza senso e  senza impegno, ovvero le risorse sfruttate sono puramente meccanicistiche.
(Spero che comprendiate il video che è ovviamente in inglese)

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...